RistorExpo è stato un grande successo di operatori del settore, di pubblico e di visitatori”. La voce degli espositori e quella degli Chef che hanno partecipato all’evento è unanime-  “Questa manifestazione è qualcosa che in città mancava da tempo. Lo  sottolinea Davide Scabin, Due stelle Michelin, Chef patron del ristorante Combal.zero nel Museo d’Arte contemporanea del Castello di Rivoli – e questa è la rinascita di Genova, a livello internazionale dal punto di vista della gastronomia”.




Dello stesso pensiero è Mauro ColagrecoChef numero Tre al mondo nella classifica 50Best stilata da San Pellegrino. “Questo evento è davvero importante per la città e ho voluto onorarla portando una ricetta (durante la MasterClass) in cui fosse protagonista il Pesto”. Anche Ivano RicchebonoStella Michelin e genovese Doc non ha dubbi: “Questo un punto di partenza per riportare alla ribalta la nostra grandissima arte in cucina”.
Anche in occasione della giornata di chiusura un’altra eccellenza è approdata sui moli del “Jean Nouvel”. Con tanto di cappello blu e pompon rosso. Questa mattina, in occasione dell’ultima giornata di RistorExpo a Genova, protagonisti i  quattro componenti dell’associazione del Bagnun di Riva Trigoso –Nello Trinca, Gianremo Molisello e Vittorio Ravaglia.
Capitanati da Franco Po e in collaborazione con la società “Mare Mosso” hanno offerto a un padiglione “Jean Nouvel” gremito di operatori nel settore della ristorazione e visitatori le loro acciughe freschissime infarinate e fritte.
L’ultimo di giorno di RistorExpo, andato in scena alla Fiera del Mare da domenica 14, è stato ancora una volta ricco di eventi e MasterClass.  Lo chef Marco Visciola, genovesissimo, ha presentato tre piatti, tutti e tre tutti legati al territorio: Radici, Spaghetti cockatil martini e olive taggiasche con Gin al basilico e uno sgombro con sale e zucchero di canna.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.