Proseguono i giovedì etico – culinari a cura dell’Istituto Nino Bergese a Villa Sauli di Prà. Protagonista del secondo incontro sul tema “Il piatto unico: raccontare la Liguria, come terra di monti e colline.  E” la cucina ligure e di confine in una puntata monografica dedicata al ristorante “Baccicin dü Carü” di Mele e ai prodotti d’eccellenza del territorio, interpreti dei suoi piatti.





 

Giovedì 29 novembre – Villa Sauli (via Prà 70) – ore 16,00 – Ingresso libero  

Il piatto unico: raccontare la Liguria come terra di monti e colline

Stazione di posta lungo la via del Sale, via di comunicazione tra il mar Ligure e la pianura piemontese. Quest’antica locanda a conduzione famigliare promuove dal 1890 piatti intramontabili della tradizione genovese e ligure.
Gli gnocchi al pesto, impastati con le patate quarantine. Ma anche  i ravioli aü tuccü con il ripieno della nonna e altre specialità saranno raccontate in un dialogo tra esperti e pubblico per scoprire le produzioni locali più tipiche e i segreti della buona tavola.
Per soddisfare le curiosità culinarie e alimentari dei presenti interverranno, gliinsegnanti del Bergese. Ma anche  i fratelli Rosella e Giovanni Battista Bruzzone, proprietari dell’osteria “Baccicin dü Carü” e dell’enoteca che la affianca, mete per gli appassionati del mangiare e del bere buono, sano e di qualità.
Incontro con dimostrazione culinaria e assaggi offerti dai docenti e alunni dell’indirizzo “servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera”. Attività affidata in Convenzione dalla Città Metropolitana di Genova all’Istituto Alberghiero Nino Bergese. Ingresso libero e gratuito.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.