Cultura del cibo è una grande opera costituita da quattro volumi sulla storia del cibo e della alimentazione nel mondo. Un’opera  firmata da UTET Grandi Opere e diretta dal professor Massimo Montanari, professore di Storia medievale all’Università di Bologna.
Massimo Montanari è coadiuvato nella direzione dalla professoressa Françoise Sabban, docente presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi (volumi 1 e 2). Insieme a loro anche  il professor Alberto Capatti, già Rettore all’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo (volume 3).
Cultura del ciboSi tratta di un’opera unica ed originale. Sono quattro volumi incentrati sul cibo e l’alimentazione come fonte di vita.
Cultura del cibo è senza ombra di dubbio un’opera che poteva essere concepita solo nel nostro Paese, diventando simbolo di una delle nostre eccellenze. L’Italia è infatti l’unica nazione al mondo a cui la comunità mondiale riconosce il primato per competenza e autorevolezza in fatto di una sana ed equilibrata gestione delle risorse e delle abitudini alimentari. Non è un caso,infatti, che la cosiddetta “dieta mediterranea” sia scientificamente riconosciuta come la più corretta e sana. Cultura del cibo costituisce nel contempo un’opera di portata mondiale.
E’ stata realizzata con il contributo di specialisti internazionali. L’opera  affronta il tema della alimentazione in tutte le culture.  Per questo dovrebbe essere tradotta e diffusa in tutti i Continenti, diventando il “manifesto” di un nuovo modo di concepire il rapporto con il cibo e l’alimentazione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.