Dici Alba e pensi al tartufo bianco : associazione di idee scontata, certo, ma di un gusto che non fa sconti.
Con oltre 600 mila presenze, la Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba  rappresenta l’evento clou per il turismo enogastronomico d’eccellenza. Si colloca tra i principali appuntamenti di richiamo turistico per il territorio di Langhe, Roero e Monferrato.
Dal 6 ottobre al 25 novembre si rinnoveranno il mistero e il fascino del Tuber magnatum Pico, che solo in queste zone è diventato il simbolo di un patrimonio di esperienze collettive. Simbolo che, certamente,   unisce la ristorazione,l’ospitalità e l’autentico modo di vivere italiano.




 

La forza della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è nell’ aver saputo trasformarsi in un evento che va oltre l’appuntamento gastronomico “tradizionale”. Lo ha fatto proponendo al visitatore mostre, show cooking,folclore, manifestazioni di piazza e percorsi esperienziali.
Il connubio tra alta gastronomia e cultura è nuovamente presente con grandi mostre. Eventi che spaziano dal contemporaneo all’arte moderna, progetti di design, ma anche concerti e appuntamenti letterari.

 

 

Davide Cannavino

A rappresentare la Liguria sarà Davide Cannavino, chef di  Meridiana  Genova che ha anche un motivo d’orgoglio in più. Lo show cooking che lo vedrà protagonista alla  sala Beppe Fenoglio è l’unico evento ad essere sold out a due soli giorni dalla presentazione. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Accademia Bocuse d’Or d’Italia.




In sede di presentazione di Davide Cannavino, scrivono così: “Il laboratorio dove mettere a punto da chef patron semi-autodidatta una cucina originale, anticonformista e perfettamente calata nel contesto. Per gli ingredienti utilizzati e per quel senso permanente di sorpresa, nel mix di azzardi gustativi e richiami classici, motivi popolareschi e aristocratici, che riproduce in carta la mappa della città. La cucina proposta da Cannavino a La Meridiana è quella di un ristorante gastronomico puro, ma fedele ai capisaldi acquisiti dallo chef in anni di esperienza.”

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.