cucina medievale genovese

Mauro Salucci è nato a Genova. Laureato in Filosofia, sposato e padre di due figli. Apprezzato  cultore di storia,  collabora con diverse riviste e periodici . Inoltre è anche apprezzato conferenziere. Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive di carattere storico. Annovera la pubblicazione di  “Taccuino su Genova” (2016) e“Madre di Dio”(2017) . Ultimo è arrivato  “Forti pulsioni” (2018) dedicato a Niccolò Paganini.  SALUCCI  SUL WEB

 

 

 




 

aglio di VessalicoL’aglio di Vessalico, nell’Alta Valle Arroscia nell’entroterra di Albenga ha una storia di secoli. Esiste l’aglio romagnolo, quello provenzale. Naturalmente, tutti questi non hanno a che fare   con le qualità di questo prodotto particolarissimo. L’aglio di Vessalico è caratterizzato da un aroma molto delicato ed un sapore intenso ma solo leggermente piccante.
Se riposto al fresco di una vera cantina, l’aglio di Vessalico,  si mantiene un anno intero. Perciò, nei secoli le varie generazioni di coltivatori hanno mantenuto le sementi di questo prodotto unico, coltivato in piccoli appezzamenti quasi montani.
L’aglio che giunge da Ponente e’  anche uno dei sette magici componenti che danno vita a quella splendida creatura che è il pesto genovese. Contribuisce al caratteristico gusto, tanto che, un eccesso di quantità origina quello che viene definito “pesto maleducato”.
Le lunghe trecce, dette “reste” vengono selezionate e, infine,  essiccate a coppie in base alla dimensione. Un’ operazione che viene svolta esclusivamente a sera ed alla mattina, per non correre il rischio di spezzare le teste e lasciando le foglie più umide grazie alla maggiore umidità dell’orario. Le piante non recise continuano ad essere alimentate dal terreno. La coltivazione è esclusivamente e rigorosamente manuale. Da provare, naturalmente,  il piatto locale, l’ajé, una maionese composta da olio extravergine di oliva con aglio schiacciato nel mortaio, da gustare con crostini di pane abbrustolito o patate lessate, magari con un vino rossese od ormeasco. Insomma:  buon appetito.

 

 




 

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.