ALTA VALLE SCRIVIA, ALTRA QUALITA’

Il test sulla pasta Alta Valle Scrivia. Olio extravergine di oliva aromatizzato al rosmarino, formaggio grana e un pizzico di pepe per meglio far risultare il gusto di questo prodotto artigianale della provincia genovese. Un contest che vi avevamo promesso e che abbiamo eseguito. Il risultato? Vediamo come è andata!

 

cucina iphone 031

IL RISULTATO DEL CONTEST

La scelta di un condimento semplice ci ha consentito di apprezzare questa pasta che è un prodotto locale di facile reperebilità che noi  abbiamo acquistato all’Ipercoop di Bolzaneto pagando la confezione  da 500 gr. di lasagnette ricce che abbiamo testato 1,39 euro.

 

Il tempo di cottura indicato di 7 minuti è rispettato appieno e la cottura è risultata ineccepibile. La consistenza della pasta, di semola di grano duro, evita la fastidiosa impermeabilità del prodotto che, in certi casi, sconfina in una certa viscidità poco gradevole al palato. Non è questo il caso per una pasta che ha superato brillantemente anche l’assaggio a “culo nudo” ovvero senza condimento. Saporita in modo gradevole non necessità di eccessiva salatura. Complimenti per l’ottimo rapporto tra qualità e prezzo per un lavorato  che mantiene ben saldo il rapporto con il territorio. L’azienda, infatti, ha sede a Montoggio , ben nota capitale della nobile patata. Di gradevole consultazione anche il sito: www.pastificioaltavallescrivia.com

 

LA PATATA QUARANTINA

 

 

PATATA QUARANTINA

La patata quarantina è sicuramente un grande patrimonio gastronomico ligure. Adatta alle preparazioni tradizionali della nostra terra, nell’ultimo periodo sono sorte iniziative a sostegno dell’integrità del prodotto.  Un rilancio, ben meritato, che ha suscitato anche l’interesse dell’Academia Barilla

 

ACADEMIA BARILLA

 

http://www.academiabarilla.it/italian-food-academy/frutta-verdura/patata-quarantina.aspx

 

CONSORZIO AVETO