Cresce la febbre del menù natalizio, molti ne scelgono uno tipicamente genovese e, allora, di pari passo sale anche l’ansia dell’abbinamento con il vino o i vini giusti. E alla birra non avete mai pensato? Come dite: è impossibile, la birra si beve solo con la pizza? Nulla di più sbagliato e, per questo, abbiamo deciso di lanciare la sfida a Massimo Versaci del birrificio Maltus Faber di Fegino, dove il biondo nettare viene prodotto artigianalmente.

Abbiamo provato ad immaginare un ipotetico menù natalizio genovese e lo abbiamo “sifdato” ad abbinare le birre. Cosa che è stata fatta e ne è uscita fuori questa proposta che Zena a toua ha fatto sua.

L’antipasto sarà ricco, tipico genovese, con il salame di Sant’Olcese, i funghi sott’olio, altri salumi e l’immancabile insalata russa preparata in casa.

insalta russa

La proposta di Massimo Versaci è quella di abbinarla ad una birra bianca, ovviamente Maltus Faber

_MG_9843

Dall’antipasto ai primi che potranno essere i tradizionali maccheroni in brodo, ancora accompagnati da una Bianca

maccheroni in brodo

oppure i classicissimi ravioli al “tuccu”.

ravioli

In questo caso, allora, il nostro mastro birraio Massimo Versaci, ci viene in soccorso consigliandoci una bella Ambrata

_MG_9833

Per il secondo abbiamo voluto fare una scelta doppia proponendo il classico, ma sempre validissimo, cappon magro, e l’ancora più tradizionale cima alla genovese

insalta russa

cima

In questo caso Massimo Versaci ci consiglia la Birra di Natale

_MG_9816

E siamo al dolce: anche in questo caso scelta doppia ma tradizionale.

Il latte dolce fritto

latte dolce

che Massimo Versaci ci suggerisce di abbinare a una Triple

Se invece opteremo per il tradizionale pandolce

pandolce

l’accoppiata vincente sarà quella con una bottiglia di Brune

_MG_9811