Mauro Salucci

Mauro Salucci è nato a Genova. Laureato in Filosofia, è sposato e padre di due figli. E’ cultore di storia, e collabora con diverse riviste e periodici . E’ inoltre apprezzato conferenziere. Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive di carattere storico. Ha pubblicato “Taccuino su Genova” (2016) e “Madre di Dio”(2017).SALUCCI SUL WEB

 

 

Il  marchese Domenico Pallavicino, ambasciatore della Repubblica di Genova fra il 1747 ed il 1749 , porto’ con se a Madrid, fra gli altri, un talentuoso pasticcere di nome Giovan Battista Cabona che venne incaricato di inventare per un pranzo di rappresentanza un dolce nuovo ed insolito.

Il Pan di Spagna è genovese

La preparazione riusci’ e fu molto apprezzata per la sua originalità: si trattava di una pasta battuta senza l’uso del lievito, particolarmente leggera e godibile. Fu battezzata seduta stante “La Génoise”. Il passaparola in Europa fu fulmineo. Nel 1885 l’esame per maestri pasticceri della scuola di Berlino prevedeva due prove obbligatorie: la battuta di cioccolato e mandorla per la torta Sacher e la preparazione della Génoise. Quello di cui in realtà parliamo è del ben piu’ noto Pan di Spagna, che non è altro che una variante della Génoise, essendo preparato a freddo anzichè a caldo. E’ verosimile che il nome Pan di Spagna si riferisca proprio al luogo dove tale preparazione fu sperimentata su una variante della ricetta del Cabona.Ma non basta, perchè la Génoise è anche utilizzata come base per dolci anglosassoni come la zuppa inglese  e dolci francesi. Genovesi che silenziosamente, senza clamore, come è nel loro stile, hanno inventato cose buone e celeberrime.





Questo slideshow richiede JavaScript.