zena self
La cucina genovese è, essenzialmente, un cucina di orti e di riciclo. Una delle sintesi più riuscite è quelle che vede abbinare le coste delle bietole, quelle che gettereste dopo aver preparato un’eccellente torta, con le acciughe sotto sale: “i pesci salati”. Ma vediamo come preparare le nostre coste di bietole con acciughe.





acciughe botte
L’utilizzo dell’acciuga salata trova ampio luogo nelle cuciniere più o meno tradizionali e antiche, ma questo è uno degli abbinamenti meglio riusciti.
Avrete a vostra disposizione delle coste  bietole molto generose, le più indicate. Diciamo un 300 grammi che abbinerete con 4 acciughe salate: vi servirà anche un po’ di olio EVO.
IMG_7394
Tagliate a listererelle le coste delle bietole nettandole del fogliame residuale.
IMG_7393
Preparate le acciughe salate in una padella con dell’olio che avrete già riscaldato. Sciogliete le acciughe nell’olio caldo ma non sopra la fiamma, togliete la padella e sminuzzate le acciughe.
A questo punto versate le coste delle bietole dentro l’olio e fare da prima insaporire a fiamma alta,




poi procedete alla cottura vera e propria ponendo attenzione a togliere le coste senza far perdere loro la croccantezza.
IMG_7399