Melone e anguria  non sono soltanto un piacevole alimento per le torride giornate estive, ma anche un alimento base per macedone, insalate e piatti anche più elaborati. Non c’è nulla di peggio che scoprire che la nostra scelta è stata sbagliata, che il cocomero i il melone acquistato non è maturo al punto giusto: insomma che abbiamo toppato l’acquisto.Per ovviare a questo fastidioso inconveniente vediamo di scoprire quali sono le principali attenzioni da porre al momento di fare la nostra scelta dal fruttivendolo o nel supermercato che sia…Melone e anguria scegliamo il migliore.
anguria
Anguria: come scegliere
Per riconoscere quando il cocomero è maturo, appoggialo all’orecchio e comprimilo leggermente: la polpa deve scricchiolare. Percuoti la buccia con le dita: deve emettere un suono sordo.
La buccia deve essere intera, senza fessure o alterazioni. Se c’è una macchia più chiara su una parte della buccia, il frutto non è immaturo ma quella è la parte che è rimasta a terra durante la crescita.
I frutti non maturi sono più comuni all’inizio della stagione, da maggio a giugno. Le angurie poco mature si riconoscono dalle setole sul peduncolo e dai resti del fiore. I frutti troppo maturi, invece, hanno la buccia che vira al giallo e suonano vuoti al tocco. La polpa risulta non compatta, ma ricca di filamenti e friabile.

melone

Il buon melone

La prima cosa da fare è soppesare il frutto: deve risultare pesante in rapporto alla sua dimensione.Il picciolo si deve staccare facilmente e, dalla parte opposta, la buccia deve cedere leggermente al tatto.L’olfatto può aiutare a scegliere un buon melone: se risulta profumato, il melone ha raggiunto il giusto grado di maturazione. Se, invece, odora di etere significa che il processo di maturazione è troppo avanzato.Nei meloni invernali (inodori) e in quelli cantalupi la giusta maturazione si riconosce dalle screpolature attorno al peduncolo.Una cosa a cui badare sono i dettagli: se il colore tende al verde, è duro e privo di profumo, il melone potrebbe essere poco maturo.Se il peduncolo è avvizzito, il colore è giallo paglierino e la polpa si stacca facilmente, si potrebbe sospettare che sia stato utilizzato l’etilene per portarlo a maturazione. Questa pratica forzata è vietata.