Mauro Salucci

 

Mauro Salucci è nato a Genova. Laureato in Filosofia, è sposato e padre di due figli. E’ cultore di storia, e collabora con diverse riviste e periodici . E’ inoltre apprezzato conferenziere. Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive di carattere storico. Ha pubblicato “Taccuino su Genova” (2016) e “Madre di Dio”(2017).SALUCCI SUL WEB

 




Ho trascorso gli ultimi giorni nel mio amato entroterra. Quando valichi in questo periodo la soglia di un negozio, sia esso di alimentari od uno spaccio come per fortuna sono rimasti fra mille difficoltà nei paesini, puoi notare e sentire il profumo del Pane dei Morti. Lo trovi  riposto su piatti casalinghi e coperto da mani sapienti di casalinghe da zucchero o velo. La tradizione del Pane dei Morti è diffusa praticamente in tutte le alture appenniniche di Liguria, Lombardia e Piemonte, ma anche in Toscana ed altre regioni del Nord.
Si sostiene che la sua origine sia antichissima. Addirittura viene fatta risalire all’antica Grecia quando sarebbe stato preparato per la dea Demetra “dheghom mather”, sorella di Zeus, dea del grano e dell’agricoltura. Questo spiega l’attaccamento di queste zone dell’entroterra, luoghi dalla difficile economia, a questa forma di alimento abbastanza semplice a base di amaretti, uovo, savoiardi, mandorle, fichi ed altro.
Chiudere gli occhi ed addentarne uno, magari con un bicchiere di passito, significa tornare ai difficili secoli dei nostri avi e dei loro morti.

 

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.