Mauro Salucci

 Mauro Salucci è nato a Genova. Laureato in Filosofia, è sposato e padre di due figli. E’ cultore di storia, e collabora con diverse riviste e periodici . E’ inoltre apprezzato conferenziere. Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive di carattere storico. Ha pubblicato “Taccuino su Genova” (2016) e “Madre di Dio”(2017).SALUCCI SUL WEB

 

 




 

Gli stecchi genovesi compaiono nella “Cuciniera genovese” del 1865 compilata da Emanuele Rossi ed hanno la particolarità di essere fatti con le ostie, che nel momento della frittura si sciolgono e si amalgamano facendo da velo agli ingredienti.
Nella Vecchia Genova le ostie si trovavano in tutti i negozi . Anche gli stecchi, di tutte le misure. E’ questa una contaminazione della cucina turca ed anche di quella giapponese tempura.
Nello stecco originale erano previsti vitella, poppa, animelle, schienali, funghi freschi tritati, carciofi e creste di gallo, mollica di pane inzuppata in brodo tiepido, rossi d’uovo, chiari a neve, parmigiano, pangrattato e spezie, costituite da pepe, noce moscata, chiodo di garofano pestati nel mortaio.
I più perfezionisti aggiungevano tartufi, tagliati finemente con l’apposito strumento (la triffolea). Per chi dice che la cucina ligure è elementare.