Alberto Podestà designer , art director, autore. Ha disegnato per importanti industrie e abili artigiani. Le sue realizzazioni sono vendute e esposte in ogni angolo del mondo. Appassionato di arte, di ambiente e di storie. Naturalmente ottima forchetta!

 

C’è una figura professionale in cucina che affianca quella del cuoco.
Nuovi professionisti del cibo che vanno sotto il nome di food designer.
Il loro ruolo è quello di studiare nuovi modi appetibili per gli occhi oltre che per il palato per presentare il cibo.
Progettisti del mondo alimentare dal packaging alla tavola.
Bisogna subito dire che nel food design si fondono diverse discipline che vanno dalla biologia alla sociologia, dalla scelta del colore con gli abbinamenti per arrivare alla forma.
Tutte devono confluire nel risultato finale, che come in ogni progetto che si conviene deve essere prima di tutto sostenibile.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il food design è un fenomeno di una contemporaneità assoluta, non ha una storia ma è interessato da un forte dibattito tra chi lo ama e chi al contrario lo considera solo una provocazione, l’ennesimo modo per fare soldi!
Sicuramente i più grandi chef di tutto il mondo lo osservano con attenzione e molti di loro hanno accettato la sfida compiendo delle performance degne dell’appellativo di opere d’arte.
Vedremo con il passare del tempo certo è che la voglia di stupire non conosce confini.
Branchie del Food design sono:
  • Design With food.
  • Eating design.
  • Design for food.
  • Design about food.
  • Food product.
  • Food space and Interior design for food.