Locandina evento

E’ partito il 2 ottobre dal Moody, storico locale nel cuore di Genova, e da allora di strada “Cuore di mamma” ne ha già percorsa. Sicuro è che,  quando c’è da celebrare un avvenimento,  il binomio basato sull’eccellenza si ricompone sempre. E’ accaduto anche nei giorni scorsi, quando tutti i valori più genuini del Made in Italy gastronomico che Cuore di mamma esprime, si sono dati convegno in un’ esperienza palatale tutta italiana. Un itinerario enogastronomico che ha spaziato dalla colazione fino al pranzo, per poi concludersi più che con un aperitivo, con uno spettacolo pirotecnico di sapori.

CdM - Trofie e pesto

E’ stato anche il momento per fare il punto sulla prima su  questi primi mesi di esperienza del marchio espressione di ForReat, creata dal professor Giuliano Reboa, chrirurgo colon proctologo di chiara fama e, da sempre, interessato al cibo sano e corretto nonchè a sua volta produttore di uno scelto vino Vermentino Colli di Luni. Socio in questa avventura dalle forti valenze sociali,  Gregorio Fogliani, consolidato presidente di QUI GROUP, leader nel settore dei servizi alla ristorazione.

CdM - Composizione 1

“Cuore di mamma” è, secondo gli intendimenti dei suoi padri fondatori, una nuova filosofia del cibo. Non a caso ogni prodotto, tra gli oltre 50 selezionati, è accompagnato da un bugiardino che contiene un consiglio nutrizionale. “Cuore di mamma” vuole valorizzare realtà agroalimentari  poco conosciute e fuori dai circuiti della grande distribuzione. A fare da garanti alla realizzazione di questo impegno, ci sono i “custodi della terra”: giovani nati e cresciuti nei territori oggetto della ricerca e della selezione dei prodotti “Cuore di mamma”.

CdM - Dolci e limoncello

La giornata ha visto il succedersi di specialità assolutamente degne di nota, ma il piatto forte è stato servito all’ora dell’aperitivo quando è stata la volta dello showcoooking dello chef genovese Mattia Poggi, protagonista di una striscia quotidiana su Alice Tv e, si sussurra, possibile partecipante alla prossima edizione dell'”Isola dei famosi”.

IMG_7608
MATTIA POGGI

E mentre si snodava la vivace presentazione dello chef genovese rigorosamente incentrata su prodotti “Cuore di mamma” è stato possibile scambiare qualche impressione con Serena Reboa,autentica madrina della serata,  legale di ForEat e figlia del professor Reboa.

IMG_7615
SERENA REBOA CON MARCO BENVENUTO

<<Torniamo al Moody da dove avevamo iniziato – esordisce Serena Reboa – reduci da un’esaltante esperienza londinese dove siamo stati e dove abbiamo potuto constatare, personalmente, quanta aspettativa ci sia intorno al cibo italiano e al nostro progetto”. 

IMG_7606

Concetti ribaditi anche dall’amministratore delegato  Fabio Vadilonga che,  mentre Mattia Poggi dalla sua postazione sforna il  risotto mantecato al patè bomba e cime di rapa alla pugliese, ribadisce il concetto: <<Impresa importante e aspettative importanti – dice Vadilonga, per poi proseguire rimarcando – per un’ impresa che vuole avere respiro internazionale e dove Londra è stata solo la prima tappa>>.

IMG_7607

Intanto la performance di Mattia Poggi porta in tavola ceci fritti, panigacci con crema di lardo  e parmigiano, pizzette con taleggio, zucca e aceto balsamico, focaccia al formaggio e la celebre caponnada alla ligure. E non mancano certo le spiegazioni del giovane, ma validissimo chef, al folto pubblico che ha partecipato all’iniziativa.

IMG_7600

<<Abbiamo cercato di riversare una passione di famiglia che va oltre alle nostre rispettive professioni – spiega Serena Reboa che nella vita di tutti i giorni è apprezzato avvocato civilista – in questa avventura che si sta dando già grosse soddisfazioni su come l’operazione di sta evolvendo e per le sue peculiarità >>.

IMG_7609

E mentre Mattia Poggi sta caramellando un pandoro alla marmellata d’arancia “Cuore di mamma”, il cronista non può non chiedere a Serena Reboa se avvertono delle contiguità con Eataly come già qualcuno ha avanzato <<Lo nego nel modo più assoluto ribadisce la nostra – Sono molte le differenze con questo colosso, a partire dal rapporto con il territorio, alla nostra vicinanza con esso e rispetto alla profondità del progetto che portiamo avanti>>.

IMG_7599

E mentre nel piatto scivolano i titoli di coda dello splendido intermezzo officiato da Mattia Poggi, Serena Reboa ha ancora il tempo di precisare che <<E’ forte il desiderio di stringere un rapporto sempre più intenso con Moody a partire dalla creazione – e ce lo indica in modo concreto – di un corner che possa ospitare i prodotti di “Cuore di mamma”>>.

Che poi, a pensarci bene, anche la scelta del titolo principale di questo film del buongusto non è certo casuale: “Cuore di mamma” dove la specificazione raccoglie ai suoi lati due delle più belle parole che il vocabolario ci offre. E questa volta Serena Reboa annuisce voltando un’altra pagina del primo capitolo del libro “Cuore”, di mamma ovviamente.