Mangiare e spendere poco, o quantomeno quello che noi riteniamo essere il giusto: un principio cardine che regola quanti si appassionano al cibo.

In questo senso un valido aiuto arriva dalla guida alle Osterie d’Italia edita da Slow Food per l’edizione 2015. Giunta al suo venticinquesimo appuntamento, la guida segnala 1733 locali in tutta Italia. Dal punto di vista del prezzo, la soglia presa in esame è quella dei 35 euro.

slow food guida osterie

Gradevole, innovativa la simbologia utilizzata per accompagnare le recesioni. Si parte dalla chiocciola che simboleggia l’eccellenza per ambientre, cucina ed accoglienza. Attenzione anche alla porposta di formaggi simboleggiata proprio dal Formaggio mentre per il voto alla cantina la classica bottiglia. L’annaffiatoio sta a simboleggiare la prezenza di un orto mentre l’insalatiera premia chi pone attenzione ai menù vegetariani.

Per quanto riguarda la Liguria sono dieci le posizioni assegnate nell’intero arco regionale.

.1 Magiargè Bordighera Imperia
2. Da Casetta Borgio Verezzi Savona
3. Armanda Castelnuovo Magra La Spezia
4. Ostaia da U Santu Genova Genova
5. La Molinella Isolabona Imperia
6. Antica Osteria dei Mosto  Ne Genova
7. La Brinca Ne Genova
8. Da Fiorella Ortonovo La Spezia
9. U Giancu Rapallo Genova
10. Gli Amici Varese Ligure La Spezia