Il prossimo 4 dicembre, alle 18 presso la galleria Vico dei Garibaldi 43 r. a Genova, si svolgerà l’inaugurazione di una mostra che rappresenta un vero e proprio evento cittadino.

Stiamo parlando della mostra di Angelo Baghino “Bago per Bruna”: una personale dell’artista sampierdarenese in onore dell’indimenticata Bruna Solinas, musa ispiratirce e mentore eccelsa di tanti artisti genovesi e non solo. Un omaggio riverente, affezionato ed appassionato come appassionata e passionale è l’arte di questo poliedrico artista cui, non molto tempo fa, Zena a Toua aveva dedicato un ritratto intriso di arte, passione civile ed umana ma anche calcistica, come componenti essenziali della linfa d’arte che scorre pura nelle vene di Bago.

E poi, perchè no, anche Cucinart, termine che ci è caro e gli è caro: autentico  meticciato di generi artistici da “consumare” in modo differente ma non diverso.

 

baghino

 

Vuoi sapere quanto puoi? Cerca il tuo nome su Google e, sulla base del responso dell’emblema del Sesto Potere, conoscerai il tuo peso nella società nemmeno tanto virtuale. Se vai alla ricerca di Angelo Salvatore Baghino, pittore e ceramista sampierdarenese, ti rendi conto di come questo artista, un giovane di 75 anni, sia popolare per le sue opere e per la sua figura.
Ma perché parliamo di Baghino in un sito come Zena a toua che alla tavolozza dei colori sostituisce il pentagramma dei sapori? Adesso ci arriviamo, ma memorizzate questo: “Cucinart” e andate avanti.

baghino 6
“Pittore e ceramista con trenta mostre personali e più di 100 collettive all’attivo in Italia e all’estero. Ha frequentato i corsi dell’Accademia di Belle Arti a Genova, ha insegnato pittura, lavora ad Albisola e Celle Ligure per preparare ceramiche. Attivissimo tra Liguria, Piemonte e Lombardia, impegnato su temi sociali e nella trasmissione della memoria operaia e partigiana, è stato insignito di numerose onoreficenze e ha vinto premi di rilevanza internazionale. Le sue opere figurano in collezioni nazionali, private e in enti pubblici.”

baghino 1
Magari non è ricordato quanto lui tenga alla sua mostra “sulla memoria” oppure, come ricorda sempre con enfasi un po’ più pittorica e meno legata alla grande passione civile “ La partecipazione all’Arte Internazionale di Bologna dove ero presente con Rinaldo Rotta e con la galleria Guidi”.

baghino 4

Ma pensate davvero di sbrigarvela così con uno come BAGO? Quella che avete appena letto è la sua scheda di presentazione, dice di tutto, ci mancherebbe, ma non tutto perché Angelo Salvatore Baghino per conoscerlo tutto, ma manca sempre un po’, lo devi conoscere o meglio: affrontare. Affrontare sì ed il termine non vi paia azzardat; signori, stiamo parlando dell’unico artista sampierdarenese vivente sulla scia dei Giacomo Barabino e dei Dante Conte.

baghino 11

Della sua ceramica parlano le opere ma, a voler rimanere al presente la sua importante presenza in occasione della recentissima edizione di Girotonno , la manifestazione di livello internazionale che ha richiamato anche quest’anno  a Carloforte il Gotha dello spettacolo e della gastronomia.
E con che cosa hanno premiato gli chef che si sono distinti nella kermesse del tonno? Con piatti artistici, pezzi unici, prodotti da lui : Angelo Salvatore Baghino.

baghino 12

Carattere spigoloso? Forse perchè la sua frase preferita è “Io mangio a casa mia…” ma non solo come dichiarazione di grande indipendenza personale ma anche perché, e qui arriviamo, grande manipolatore di sostanze conviviali. Si, perché Angelo Salvatore Baghino è anche uno chef con trascorsi di rilievo. Eccolo qua svelato il mistero CUCINART con la promessa in corso, un giorno , di fondere le due arti in un solo…banchetto.

baghino 2
Calcio…E perché no ma l’Ottava Musa , la Dea Eupalla come l’apostrofava Giuanin Brera, non gli è certo sconosciuta. Sampdoriano per parte di tifo, ma grande competente e già allenatore di portieri di ottimo livello. Manca qualcosa? Masseur, massaggiatore per dirla alla franco genovese che tanto ci piace. Non manca proprio nulla.

baghino 9

Torniamo all’arte se volte per dire che in tutta la sua ormai lunga carriera Angelo Salvatore Baghino , che rivendica con orgoglio un passato da emigrante in Germania e una lunga militanza in fabbrica come operaio, ha nelle sue opere una forte connotazione sociale e di attenzione ai grandi temi del Movimento Operaio. Un Guerrazzi? Un Baghino: mettiamola così

baghino 5