Cristina Capacci, giornalista televisiva genovese, ora è negli Stati Uniti. Per Zena a Toua ci racconterà come viene vissuto il “food” negli States. Ogni settimana i suoi reportages esclusivi dagli Usa. A raccontarci la Liguria del cibo Oltreoceano. 

Tra le cose che più mi mancano del cibo italiano c’è sicuramente il formaggio. Italiana media? Sicuramente  si, almeno per quel che riguarda l’alimentazione! Premesso che mi sono trasferita negli USA “armata” di pezzi di grana e pecorino, la quotidianità però si scontra con l’American cheese.
cEDDAR
Il Ceddar e’ senza ombra di dubbio il formaggio più prodotto è più usato negli Stati Uniti, di origine inglese, terra a cui deve il nome, e’ di pasta dura e di un colore che varia dal giallo pallido fino all’arancione. Ha un gusto deciso che cambia a  seconda della stagionatura e oltreoceano viene utilizzato nella gran parte delle ricette grazie al suo sapore ( quello giallo chiaro e’ più dolce, quello arancione più forte) e alla sua “scioglievolezza”.




Potremmo definirlo simile all’emmenthaler che però in cucina, vista la sua durezza, si scioglie con difficolta’, il cheddar invece ha la consistenza perfetta per sciogliersi nel modo giusto e devo dire che sulla carne ( tipico formaggio utilizzato sugli hamburger americani)  o con le patate è una delizia.

 

La mia vicina di casa mi ha detto che per riconoscere il Ceddar buono, una volta tagliato, il  coltello deve rimanere “grasso”, a dimostrazione della sua freschezza. Lo si trova ovunque qui, in Italia il Ceddar e’ invece molto raro, e lo vendono di molti tipi, da quello in pezzi, a quello già grattugiato ma ho visto cheddar a forme di ogni genere di cosa commestibile e non ( orsetti, alberi di Natale in periodo, lecca lecca o avvolto in fette di bacon). In America poi tutto viene aromatizzato al cheddar: patatine in primis, snack vari, biscotti, creme ; oppure viene fornito anche in spray per applicare il formaggio dove si preferisce…rabbrividisco all’idea. 
Si dice che il Ceddar sia ricco di fosforo, sodio, vitamine e contenga poco lattosio, grazie al processo di cheddaring, e per questo motivo consigliato a chi soffre di intolleranze. Detto ciò a me non piace particolarmente, se non appunto per preparare qualche ricetta made in Usa, e comunque anche gli americani non rinunciano ai formaggi italiani e francesi e nei supermercati si trova quasi tutto.
Si deve però rinunciare al sapore unico della mozzarella o della gorgonzola ad esempio, cui gusto e’ assai diverso nonostante sia prodotto da aziende italiane. Del resto si sa che ogni cosa andrebbe mangiata nel luogo di produzione. I prezzi ovviamente seguono la legge dell’economia e non essendo beni primari per gli Americani  ( nonostante ne vadano ghiotti), costano moltissimo. Ho visto stracchino da una porzione a 12 dollari, brie a 9 e ho pagato ben 8 dollari per circa 50 grammi di parmigiano reggiano… Ma al cuor non si comanda… o meglio al palato! 

 

 

 




Jacket potato

Ingredienti
Patate dolci (o americane) 1,5 kg
Bacon a fette 150 g
Cheddar 150 g
Salvia 5 foglie
Timo 3 rametti
Sale grosso 50 g
Olio extravergine d’oliva30 g
Pepe nero q.b.

 

Per preparare le patate americane con cheddar e bacon per prima cosa iniziate a lavare le patate . Poi con un coltello ben affilato praticate su ogni patata circa 6-8 tagli in base alla sua lunghezza; è importante non tagliare le patate fino alla base ma inciderle solamente .
Preparate un trito con le foglie di salvia e trasferitele all’inteRno di una ciotola. Aggiungete anche il timo sfogliato e il sale grosso .Mescolate per uniformare il tutto e tenete da parte per un momento. Riprendete le patate e ungetele in maniera uniforme, sia sopra che sotto .A questo punto foderate una teglia bassa con la carta forno, ungete anche quest’ultima e cospargete sulla base un pò del sale aromatico appena preparato.

 

Posizionate poi le patate e spargete anche su queste il mix di sale, un pizzico di pepe nero e ancora un filo d’olio. Cuocete in forno statico preriscaldato a 200° nel ripiano centrale per circa 75 minuti. Nel frattempo occupatevi della cottura del bacon: scaldate una padella antiaderente e solo quando sarà ben calda posizionatevi le fettine di bacon.




Cuocete a fiamma moderata per pochi minuti fino a che non risulteranno ben dorate, tenete conto che poi proseguiranno la cottura in forno. Giratele e lasciatele dorare anche dall’altro lato, trasferitela su un vassoio e tenetele da parte. Prendete anche le fettine di cheddar e tagliatele prima a listarelle e poi in dadini .
Trascorsi i 75 minuti sfornate le patate che nel frattempo si saranno aperte a fisarmonica e farcitele tutte le insenature con il cheddar e poi posizionate anche quelle di bacon, non in tutte, ma saltandone una ogni volta o come preferite.

 

Proseguite in questo modo fino a farcire tutte le patate e ultimate adagiando i cubetti di cheddar rimasti anche in superficie. A questo punto infornate nuovamente per altri 15 minuti, poi sfornate un’ultima volta e servite le vostre patate americane con cheddar e bacon ancora fumanti!