E’ l’evento nazionale del pane, quello organizzato nelle giornate del 17-18 e 19 giugno a San Marco In Lamis: siamo nel  Gargano, in Puglia.
Chef e panificatori s’incontrano a “Grani futuri”, che è manifestazione  con un occhio bel fermo all’evoluzione del pane tra sostenibilità, lotta agli sprechi e biodiversità.




A rappresentare la Liguria ci sarà anche Davide Cannavino, ched de “La voglia matta” di Voltri. Uno degli chef emergenti all’ombra della Lanterna che, insieme ad Alessandro Alessandri di Piuma. Saranno loro a  rappresentare  la Liguria in qualità di ambasciatori regionali in questo primo evento nazionale su pane e panificazione.

 

Ad accompagnare Cannavino ed Alessandri, ci saranno anche Enrico Novaro, dell’oleificio omonimo, e Andrea “Felce” Marcesini, produttore di vino di Ortonovo.Di Marcesini, il nostro sito ha parlato pochi giorni fa in occasione di un’ apprezzatisima degustazione presso il ristorante Dega, nell’ambito della tappa genovese della Velier Week 2017. Un produttore inserito nel circuito di assoluta garanzia e qualità “Triple A”. 
L’emozione di Cannavino
Visibilmente gratificato da questa “convocazione”, Davide Cannavino, più che un emergente, ormai, nel panorama della ristorazione di alto livello a Genova.




Per l’occasione Cannavino porterà in Puglia un piatto legato al pane, ma anche profondamente ligure. “Sarà il primo manifesto sul pane di qualità – ha spiegato a zenatoua.com – Io interpreterò un piatto dove sarà presente il pane, ma sarà un “Pan sotto”.
Nulla a che vedere con i pansoti che ben  conosciamo, però. “Il pan sotto che porteremo in degustazione in Puglia – rivela chef Cannavino – sarà composto, ovviamente, di pane croccante con l’aggiunta di due gusti spiccatamente liguri e genovesi:   un’emulsione di prebugiun e prescinseua

 

 

I LINK DELLA MANIFESTAZIONE 

https://www.facebook.co/granifuturi/

http://granifuturi.com/