Alberto Podestà designer , art director, autore. Ha disegnato per importanti industrie e abili artigiani. Le sue realizzazioni sono vendute e esposte in ogni angolo del mondo. Appassionato di arte, di ambiente e di storie. Naturalmente ottima forchetta!

 Diciamoci la verità, in tv ovunque si parla di cibo!
Non c’è canale televisivo pubblico o privato che non trasmetta uno o più programmi che abbiano a che fare con la cucina.
Dalla Prova del cuoco a Masterchef passando per cucine da incubo di Cannavacciuolo ai 4 ristoranti di Alessandro Borghese per arrivare alla “nostra” Valentina Scarnecchia che alterna con successo ospiti “appassionati chef” è tutto un gran parlare di gourmet.
Il rischio che si corre è quello di ingrassare solo a guardare.
Ma è solo una moda se non una mania dei nostri giorni o piuttosto un fenomeno vecchio quanto l’appetito che ha solo mutato nel tempo tecniche e piattaforme di comunicazione?
Arte e cucina, dunque? A giudicare dalle testimonianze storiche sembrerebbe tenere banco proprio questa seconda tesi.

 




Arte  e cucina : CucinArt

 

La rappresentazione del cibo e delle sue arti preparatorie è un argomento assai presente nell’arte figurata.
Ogni epoca ha lasciato tracce, dall’opulenza ostentata del ‘600 e del ‘700 alle truculenti scene di pittori perlopiù di scuola fiamminga, dalle delicate rappresentazioni dell’Arcimboldo alla pop art di Warhol per arrivare alle scene iperrealiste come il celeberrimo quadro di Renato Guttuso dedicato alla “Vucciria”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Anche noi genovesi, malgrado la nostra proverbiale riservatezza non siamo stati indifferenti a queste tematiche! Ci basterà ricordare tra tutti, forse il più celebre dei soggetti il capolavoro di Bernardo Strozzi intitolato appunto “La cuoca”.