Triple “A” , in termini di qualità vuol dire che i vini provengono da vigne coltivate senza chimica di sintesi e da fermentazioni spontanee. Insomma, rappresentano le migliori espressioni di ogni terroir. Grazie alla genovese Velier che ha organizzato la Velier Week 2017, in alcuni locali genovesi ci sono state degustazioni all’insegna dell’abbinamento. Vini Triple “A” e menù di grande eccezione sono andati a braccetto. E’ accaduto anche al Dega ristorante, di Andrea Galeani dove l’incontro di sapori  è stato particolarmente felice. 




E questa è stata l’occasione per incontrare e parlare di vino e di vini con Triple “A” Andrea Marcesini dell’ “Azienda agricola La Felce” di Ortonovo. Un’azienda situata sulla via Francigena, alle pendici dei Colli di Luni , nello spezzino.

 

Un abbinamento di gusti e di sapori  che hanno visto darsi di gomito in tavola i protagonisti.  Un menù  dello  chef De Galleani che prevedeva: un benvenuto della cucina, timballo di polpo e patate al basilico.

Ma poi ancora spaghetti neri con seppie e limone, morone in crosta di patate e olive con schiacciata e spuma di pomodoro. Infine una cheesecake ai frutti di bosco.

Ai commensali Andrea Marcesini ha invece “raccontato” i suoi vini. Ha parlato di Felcebianco 2016, Colli di Luni Vermentino Monte dei Frati 2016 e , infine ,un passito ammirevole come Non sempre 139  2015.

 

La vicinanza al mare e i terreni sabbiosi. Situazioni che conferiscono ai vini de La Felce un carattere schietto, salino e minerale. Caratteristiche  che vengono  ben assecondate da una coltivazione non invasiva.

Il resto ce lo mette la passione e la competenza di questi produttori. L’amore per una terra e i suoi prodotti migliori. Elementi emersi dall’intervista con lo stesso  Triple “A” Andrea Marcesini

 

 




2 thoughts on “Triple “A” Andrea Marcesini: vini La Felce danno emozioni